sabato 26 gennaio 2013

Apoteosi

 
 
 
 
 
 
 Anelano
corpi riversi
sul bianco stropicciato
di morbidi lini,
liberano i sensi
prigionieri d'amore
e mani
fasciate di desideri
esplorano anime
che attendono
di cogliere
i fiori della notte.
Nell'apoteosi d'un attimo
mai uguale
gli estremi si toccano,
sprigionano
profumi di vita,
effluvi densi di mistero,
assaporati
nel voluttuoso calore
di teneri abbracci.
 
Maria Cavallaro