giovedì 9 gennaio 2014

Trapezi







Ascoltami

nel ricordo d'un bacio,

dove il tempo ha scritto

pagine di luce

coi riflessi dell'iride.

Ascoltami

nel pensiero d'un sogno,

cui ci siamo aggrappati

fino alla riva della memoria.

Ascoltami

in questa inesorabile clessidra,

che divora granelli d'amore

e riempie vuoti fatui

di cuori in cammino,

funamboli sospesi

ai trapezi delle stelle,

che si rincorrono

nel dondolio

di radici strappate

a queste ali senza tregua.


Maria Cavallaro