lunedì 25 marzo 2013

Le spire del tempo

 
 
 
 
Come perle
agito fili di pensieri
e corro scalza
sulle scricchiolanti pagine
d'un libro,
scritto nella nebbia
d'un orizzonte opaco.
Respiro la vita
nel suo lento dissolversi
e conto
le spire del tempo,
liquide figlie d'un sasso
scagliato lontano.
Nello stagno
di malinconici giorni
mi specchio solitaria,
cercando l'armonia
d' un pensiero d'amore,
che dipingo di poesia
e asciugo
nel vento d'un sogno.
 
 
Maria Cavallaro