sabato 20 aprile 2013

Graffi nella luce

 
 
 
 
 
 
 
Si allargano
lagune di desiderio,
dove lieve si posa la bocca
a seguire
percorsi di piacere
ricamati
sulla pelle bagnata.
Ti appartengo
sotto un volo di gabbiani
graffiati nella luce
d'un azzurro
dipinto sui nostri respiri.
Mi appartieni
nell'onda che accarezza
i nostri corpi
col fruscio sommesso
del bagnasciuga.
E tiene il ritmo
di note un pervenir dolce,
mentre distesi
sull'oro della sabbia
scordiamo il tempo
nell'abbraccio del sole.
 
 
Maria Cavallaro